Nanny e ferie retribuite: le regole

Qual è la durata legale del congedo pagato per una tata? Come calcolare le childminders congedo di compensazione?

Il Codice di Azione Sociale e Famiglie (CASF) (articolo L. 423-2 11 °), prevede che le disposizioni del codice del lavoro relative alla durata delle ferie retribuite sono applicabili alla custodia dei bambini. Tali norme comprendono che il dipendente ha diritto di lasciare di due giorni e mezzo di lavoro al mese di lavoro effettivo per lo stesso datore di lavoro.

Il CASF (articolo L. 423-6) prevede inoltre che il rappresentante pagato per congedo annuale ricevuto un childminder è uguale al decimo del totale costituito sia dal totale retribuzione e ferie compensi l'anno precedente.

In caso di cessazione del rapporto di lavoro prima che il dipendente sia in grado di beneficiare di tutte le ferie a cui aveva diritto, assistente materna riceve per la parte del congedo, che non ha ricevuto un'indennità compensativa calcolata in Allo stesso modo (regola decimo). Salvo i casi di colpa grave da parte del dipendente, la compensazione è dovuta dal datore di lavoro, che la violazione del contratto risulta da un licenziamento o dimissioni.

Vedi anche le regole per le pianificazioni di childminders

il nostro video

Il consiglio di Eric Roig, direttore e fondatore di droit-finances.net

Nanny e ferie retribuite: le regoleScarica questo articolo (PDF)
Pubblicato da Matteo-B. Questo documento intitolato "La tata e ferie retribuite: le regole" derivante dalla Fare Finanza (Droit-finances.commentcamarche.net) è soggetto a copyright.Qualsiasi riproduzione o rappresentazione totale o parziale di questo sito con qualsiasi procedimento, senza espressa autorizzazione è interdite.charger questo articolo (PDF